Benvenuto!
nel sito ufficiale della Riserva Naturale
Benvenuto!
nel sito ufficiale della Riserva Naturale
Previous
Next

La Riserva

POSIZIONE GEOGRAFICA: Abruzzo, Provincia di Chieti, lungo la Costa dei trabocchi, nei Comuni di Rocca San Giovanni e San Vito Chietino

DATA DI ISTITUZIONE: Legge Regionale n.5 del 30 marzo 2007

VINCOLI: Sito di Interesse Comunitario IT140106 “Fosso delle Farfalle”

ESTENSIONE: 510 ha

La RNR Grotta delle Farfalle è un’area naturale protetta istituita con Legge Regionale n.5 /2007.Si estende per una superficie di circa 510 ha all’interno dei Comuni di Rocca San Giovanni e di San Vito Chietino. L’area è caratterizzata da una morfologia con spiccata eterogeneità definendo una complessa conformazione paesaggistica. Versanti, terrazzi fluviali e valli erose definiscono l’uso del suolo e ne caratterizzano l’ecosistema. Lembi di vegetazione naturale e semi-naturale si inseriscono in un contesto agricolo tradizionale senza brusche discontinuità, ad eccezione di alcuni punti corrispondenti ai fossi di erosione. Si viene pertanto a definire un mosaico di seminativi, vigneti, oliveti, estesi nuclei forestali di latifoglie (a predominanza del genere Quercus e cespuglieti) che si confondono, senza soluzione di continuità, con i centri abitati e la rete infrastrutturale, delineando un’armonica convivenza fra Uomo e Ambiente e paesaggio naturale e realtà antropica. Il fosso delle farfalle, nella zona di Vallevò, che segna il confine comunale tra i due territori di Rocca San Giovanni e San Vito, racchiude uno scrigno inaspettato di bellezze e valori naturali meritevoli di tutela. Primo tra tutti i resti dell’originaria “Grotta” dalle pareti tappezzate di felci e licheni. L’alta e costante umidità permette lo sviluppo di una vegetazione rigogliosa tipica delle più ampie vallate fluviali, ricca di specie arboree e arbustive come pioppi, salici, olmi e più raramente l’ontano nero e la farnia ed una quercia dalle spiccate caratteristiche igrofile. Per quanto concerne il regno animale, invece, comuni sono i mustelidi, in particolare la faina e il tasso, e i piccoli roditori come il moscardino e il topo quercino. Particolare interesse riveste la presenza dell’ormai raro granchio di fiume, il Potamon fluviatile.

I Sentieri

Clicca ed esplora le mappe

L1

BORGO-MARE

L2 & L2b

VALLE GRANDE

L3

GROTTA DELLE FARFALLE

L4

SAN VITO

Seguici

This error message is only visible to WordPress admins
There has been a problem with your Instagram Feed.
Error: No posts found.

Eventi